La Vera Gioia – Seneca

7,00

Pensi, forse, che io ti scriva come si è comportato bene con noi l ’inverno, che è stato mite e breve; come è cattiva la primavera, col freddo giunto in ritardo, ed altre inezie proprie di chi non sa che cosa dire? Io, invece, scriverò solo cose che possano giovare, sia a me che a te: ti esorterò alla saggezza. Mi chiedi quale ne sia la base? E’ il non compiacersi delle vanità. […]

Descrizione

Da: “Lettere a Lucilio”
Seneca

capoverso: miniato

copertina: miniata

dorso: raso

segnapagina: raso

carta: pergamena nuvola

editore: A.C.Demos

Lascia un commento